Caro amico ti scrivo…

Già nei primi anni di vita esistono forme di amicizia, quando i bambini condividono gli stessi giochi e le stesse esperienze ludiche di crescita . I bimbi piccoli incontrano i loro coetanei all’interno del nido e con loro istaurano delle semplici relazioni che ancora non si possono definire amicizia. Nel divenire dello sviluppo dell’emotività individuale le amicizie vengono dopo il rapporto coi genitori e prima dei legami di coppia che si stabiliscono alla soglia della maturità. Nel periodo che intercorre fra la fine dell’infanzia, e l’inizio dell’età adulta, gli amici sono spesso la componente più importante della vita emotiva, dell’adolescente, e spesso raggiungono un livello di intensità mai più eguagliato in seguito. Basta sfogliare le pagine di facebook per rendersi subito conto di quanto sia lo spazio dedicato a frasi d’amicizia, alle gioie e alle delusioni di cui questo sentimento talvolta ne è causa. Ebbene si, non sono tutte rose e fiori, tra amici ci si diverte, si ride, si scherza, si piange, si condividono le esperienze più folli e spensierate, ma come in amore, esistono delusioni e sconforto. I rapporti tra due o più persone non sono affatto semplici da mantenere, ognuno di noi ha la propria vita, fatta di impegni, responsabilità, e bisogni diversi, difficili da conciliare con quelli degli altri. Ecco che nascono le gelosie, le incomprensioni e le ripicche, che hanno poco a che fare con la vera essenza dell’essere amici. Ma l’uomo non è nato per vivere in solitudine, ha bisogno di anime affini per sentirsi meno solo al mondo e per poter condividere la propria esistenza. L’amico perfetto non esiste , esistono persone con cui ci si sente liberi di essere ciò che si è senza finzioni , e non è detto che non si litighi o che si condivide sempre lo stesso pensiero. La vita spesso ci pone dinanzi a scelte e cambiamenti fondamentali per la nostra esistenza, si cambia e si cresce a volte lasciandosi dietro quello che si è stati con annesse le persone che ci hanno accompagnato per un periodo più o meno lungo della nostra vita. Bisognerebbe comprendere che “vera Amicizia” non deve necessariamente durare in eterno, che la vita è in continua evoluzione e che quindi anche noi lo siamo. C’è poi chi ha la fortuna di avere lo stesso amico per anni al suo fianco, e quello è l’amico che diventa parte di te, della tua vita, della tua famiglia, con il quale un litigio è la fine del mondo ma dopo un po’ avete già dimenticato il perché avete litigato. Potremmo stare qui a scrivere ancora pagine e pagine discutendo dell’argomento, ma non si arriverebbe comunque ad un punto definitivo se ognuno di noi pensa solo alle proprie esperienze personali. In realtà basterebbe cambiare per un attimo il modo di vedere gli altri nella nostra vita essendo animati dallo spirito dell’amore supremo con cui Gesù stesso ci ha amati, facendoci “Suoi amici” ha dato per noi la vita senza alcuna pretesa di riconoscenza.
di Mariarosa Cocozza

Stampa articolo
    

Lascia un Commento

Copyright © 2010 AversaGiovani.it · Tutti i diritti riservati
basato sul tema fashionpro · Powered by WordPress