Un Congresso… un “Msacco” bello!

"Voglia di movimento. Dal sogno alla realtà" è il titolo scelto per il primo Congresso MSAC della diocesi di Aversa ed esprime la realizzazione di un vero e proprio sogno in cui l’equipe diocesana del Settore Giovani ha sempre creduto. E domenica 6 febbrario, dopo tre anni di impegno e lavoro, finalmente il sogno s’è trasformato in realtà, grazie alla partecipazione di più di 70 giovanissimi, che, carichi di entusiasmo, hanno discusso il documento congressuale, definendo le linee programmatiche per il nuovo triennio, e votato i due segretari, Erika Zara e Pietro Cesaro che, come ha ricordato anche Saretta Marotta, segretaria nazionale del MSAC, saranno la voce di un movimento di cui tutti i membri ne sono protagonisti ed espressione. Il congresso è iniziato con il saluto dell’assistente unitario don Vincenzo Marfisa, che ha augurato a tutti i msacchini di crescere nella fede, e subito dopo si è celebrata la Santa Messa, durante la quale l’assistente del Settore Giovani, don Francesco Riccio, ha esortato i giovanissimi ad uscire dalle parrocchie per essere luce laddove ve n’è pochissima. "A Gesù piacerebbe vedervi vivere da Cristiani di AC nella scuola, e lì fare luce". Durante la presentazione dell’incaricato diocesano alla formazione MSAC, Filippo Pirozzi, che ha ricordato le difficoltà per il Movimento ad insediarsi nella realtà della diocesi di Aversa, è arrivato un messaggio dal neoeletto Vescovo S.E. Mons. Angelo Spinillo, e il suo augurio di "un gioioso e profondo dialogo di approfondimento e crescita" si è unito a quello del presidente diocesano uscente Aniello Vitale, che confida che i giovanissimi di Ac possano "trasmettere la bellezza dell’Azione cattolica nei luoghi che abitiamo". Ai ragazzi è stata presentata una bozza di documento congressuale, che hanno discusso e arricchito all’interno di laboratori, durante i quali hanno richiesto emendamenti ed elaborato nuove iniziative, che in seguito sono state messe ai voti di tutta l’assemblea. Tra le varie proposte, quella di associare Formazione Specifica Msac all’orientamento scolastico, sensibilizzare gli organi collegiali al Movimento, allestire laboratori su cultura, musica, sport e argomenti che possono suscitare l’interesse dei ragazzi, contagiarli e coinvolgerli. Infatti la scommessa del Movimento è di iniziare a cambiare dalla propria scuola con la speranza di cambiare il nostro Paese. Da studenti per altri studenti, l’impegno per il territorio in preparazione anche a quello che li aspetta fuori dalle mura scolastiche. Una scommessa che si può vincere, come hanno ricordato i vicepresidenti del Settore Giovani, Elisabetta Reccia e Salvatore Compagnone, perchè aiutandosi l’un l’altro e lasciandosi guidare dalla mano invisibile di Dio, "Insieme davvero si può".
di Carmen Guarino e Mariarosa Cocozza

Stampa articolo
 
    

1 Commento

  1. Filippo scrive:

    Augurissimi ai neo msacchini perchè possano finalmente portare quella Luce che nelle scuole della nostra diocesi è veramente necessaria!!!

Lascia un Commento

Copyright © 2011 AversaGiovani.it · Tutti i diritti riservati
basato sul tema fashionpro · Powered by WordPress